Arcigay proteste e stupidaggini

Arcigay contro imprenditori gelato
Algida contro Arcigay
Un nuovo escamotage per attirare l'attenzione, evidentemente sempre più in calo tra le persone, dell'Arcigay, che ha sentenziato come ingiusto il fatto che in una pubblicità di un famoso gelato (Algida)non ci fossero delle lesbiche che invece apparivano nella pubblicità trasmessa all'estero.


Gay lesbiche proteste scorrette


Sinceramente, da un pò di tempo i gay e la loro organizzazione, stanno veramente esagerando su molti punti: spesso si sono intromessi in cose che non competevano loro, come il fatto di protestare perché in certi luoghi di lavoro non siano presenti abbastanza gay, o quale stile debbano avere gli spot pubblicitari delle aziende. Personalmente lo trovo ridicolo oltre che inappropriato. 

Lo spot sotto accusa è quello del cornetto algida che in Inghilterra viene trasmesso con due lesbiche come personaggi centrali della storia mentre in Italia sono state sostituite da una coppia etero (ragazzo e ragazza). 

Dal momento che penso che la libera imprenditoria debba anche avere dei diritti di decidere come impostare le sue campagne pubblicitarie come meglio crede, sempre nel rispetto della legge e della morale generale, non capisco perché una ditta come quella dell'Algida debba per forza (come già fece il padrone della Barilla quando in un primo momento controbattè contro le parole dell'Arcigay, solo per poi ritrattare evitando così eventuali problemi dalla lobby gay)seguire le direttive di una parte della popolazione mondiale così, tra l'altro, esigua. 

In pratica ormai, grazie anche a coloro che portano avanti i "diritti" dei pochi, si è ormai raggiunto il livello in cui, chi è fintamente debole diventa eccessivamente forte mentre chi è forte perché ha ragione, deve seguire la volontà dei pochi perché altrimenti passa per omofobo o razzista!!! Ridicolo!!! Come vogliamo che in Italia si possa mai fare imprenditoria seria se ci si deve anche scontrare con persone a dir poco problematiche? 

Avrei capito se i gay avessero protestato per una pubblicità offensiva o che potesse dare adito a fraintendimenti, ma se a loro da fastidio quella pubblicità a persone come me, che tra l'altro sono la maggioranza al mondo, da fastidio vedere cose contro natura... dunque come la mettiamo? 

Dobbiamo per forza andare su chi ha più soldi, chi ha più potere politico o cose di questo genere? Un pensiero nazista al contrario direi io, ormai i nazisti sono coloro che erano perseguitati in passato mentre i persecutori sono diventati i perseguitati... un gioco di ruolo che potrà piacere ad alcuni ma non a me.

Il video in esame è questo: 



Come asserisce lo stesso presidente dell'Arcigay, "...Sono anni e anni che le varie multinazionali, ma anche industrie italiane realizzano per i mercati esteri spot con personaggi e coppie dichiaratamente gay e lesbiche, che poi in Italia non vengono trasmessi oppure vanno in onda in una versione epurata" e quindi perché stavolta hanno alzato la voce?

Secondo me sono in cerca di altri investimenti giacché nel corso degli ultimi tempi sono stati investiti ben 20 miliardi di euro per combattere contro l'omofobia, che poi questi stessi spot "educativi" non credo abbiano avuto un gran successo poiché, se una persona la pensa alla sua maniera non sarà certamente un insulso spot a farle cambiare il proprio punto di vista.

Detto questo vorrei approfondire una certa tematica inerente il mondo gay ma preferisco rimandare a quando avrò preparato uno scritto, che necessita di ricerche e studio (soprattutto per evitare querele visto che non ho i soldi dell'Arcigay ed esprimere le proprie idee in questo Paese è diventato difficile come in Cina per certe tematiche). Quindi alla prossima.



Art.21 Costituzione

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell'autorità giudiziaria [cfr. art.111 c.1] nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l'indicazione dei responsabili.

Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. La legge stabilisce provvedimenti adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni.

Nazismo e comunismo le due facce della stessa medaglia

Nazismo e comunismo similitudini Nonostante le diverse ideologie portate al pubblico nel corso dei decenni, sia il nazismo che il com...